𝗩đ—Čđ—żđ—¶đ—Č 𝗔𝟭: đ—Żđ˜‚đ—Œđ—»đ—ź đ—č𝗼 đ—œđ—żđ—¶đ—ș𝗼 đ—œđ—Č𝗿 đ—čâ€™đ—œđ—żđ—¶đ˜€ 𝗼 đ—™đ—źđ—Żđ—żđ—¶đ—źđ—»đ—Œ

𝗟𝗼 đ—Žđ—¶đ—»đ—»đ—źđ˜€đ˜đ—Č đ—œđ˜‚đ—Žđ—čđ—¶đ—Čđ˜€đ—¶ đ—Čđ˜€đ—Œđ—żđ—±đ—¶đ˜€đ—°đ—Œđ—»đ—Œ đ—°đ—Œđ—» đ˜‚đ—» đ—Œđ˜đ˜đ—¶đ—șđ—Œ 𝘀đ—Čđ˜đ˜đ—¶đ—șđ—Œ đ—œđ—Œđ˜€đ˜đ—Œ đ—łđ—¶đ—»đ—źđ—čđ—Č

Un risultato importante, di quelli che danno morale in vista della prossime tappe, questa l’analisi in casa Ginnastica Ritmica Iris al termine della prima prova del campionato italiano di Serie A1, disputata al Pala Guerrieri di Fabriano sabato 1 febbraio.
All’esordio assoluto nella massima categoria nazionale le ragazze guidate da Marisa Stufano, Maddalena Carrieri ed Alessandra Sangilli dimostrano di approcciarsi nella giusta maniera alla kermesse provando a dare il massimo in pedana contro il meglio della ginnastica italiana. La compagine presieduta da Nico Di Liddo ha visto Irene Carbonara eseguire l’esercizio alla fune (16,800), Alina Harnasko al cerchio (22,550), Benedetta Schifano alla palla (15,900), Giorgia Cuomo alle clavette (16,050) e Maria Dellaquila al nastro (15,300) per un punteggio complessivo di 86,600 che colloca l’Iris al settimo posto nella classifica finale. Vittoria conquistata dalla Ginnastica Fabriano (104,900), davanti a Udinese (97,650) e Armonia d’Abruzzo (91,950).
Ginnaste iris tornate in palestra per preparare al meglio la seconda tappa del campionato italiano, prevista il 15 e 16 febbraio in quel di Eboli (Salerno).

© 2017 www.ginnasticairis.com. Tutti i diritti riservati. Joomla! Ú un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.